,

Finocchiaro (Pres. Confedercontribuenti): Serve un fisco uguale in tutta Europa e un nuovo patto di stabilità

Concordiamo con il Presidente della Repubblica che ha chiesto  “un’Europa unita e solidale che riveda le regole del patto di Stabilità, con un fisco equo e corretto, che possa eliminare forme di distorsione concorrenziale e sciogliere il nodo della tassazione delle grandi imprese multinazionali”.  A dichiaralo il Presidente di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro che aggiunge di essere molto d’accordo con Mattarella quando chiede un riesame del Patto di stabilità: “Coesione e crescita sono obiettivi ai quali guardare: il necessario riesame delle regole del Patto di Stabilità può contribuire a una nuova fase, rilanciando gli investimenti in infrastrutture, reti, innovazione, educazione e ricerca”, sottolinea il Capo dello Stato.

 

,

Finocchiaro (pres. Confedercontribuenti): Dal nuovo Governo attendiamo risultati sui tanti dossier aperti

L’Italia non puo’ attendere, servono risposte veloci sui tanti dossier aperti sulla crisi di centinaia di imprese, sulle tante opere pubbliche da sbloccare, su tante leggi da cambiare. A chiederlo il Presidente Nazionale di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro. La politica riprenda l’alto ruolo che gli spetta e abbandoni, la guerra fra fazioni, che non servono a un grande Paese come l’Italia. Si vada a varare una legge di bilancio, in cui certamente non si aumenti l’iva e si dia conferma di misure per agevolare i redditi piu’ bassi e lo sviluppo necessario delle piccole e medie imprese. Si modifichi il rapporto non paritario fra banche e clienti. Insomma conclude Finocchiaro, il Paese ha bisogno di una politica seria e responsabile.

,

7 Dicembre, il giorno che rischia di sancire la morte di migliaia di imprese. Confedercontribuenti, cambiare subito norma su rottamazione.

Il 7 Dicembre potrebbe costituire la data di morte di migliaia di imprese, che non avendo potuto pagare la rottamazione bis, secondo le scadenze stabilite, per accedere alla Ter dovrebbero in una unica soluzione pagare gli arretrati. Ancora una volta il legislatore si è astratto dalla realtà e ha varato una norma che rischia di fare saltare migliaia di aziende. A denunciarlo il Presidente Nazionale di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro, che chiede urgentemente di intervenire per evitare una ulteriore moria di imprese ma anche di famiglie in difficoltà’. Infatti dopo quella data per chi non si e’ allineato, scatterebbero le pesanti misure cautelari, prevista dalle leggi sulla riscossione, con il ritorno di ipoteche, pignoramenti e azioni esecutive, e il rischio fallimento per tantissime imprese.