, , , ,

Campagna nazionale “L’Italia non si piega al potere bancario – STOP USURA IN BANCA”

È USURA NON CHIACCHIERE.

Forse non tutti sanno che se un contratto bancario è  usurato all’origine o successivamente, è invalido e l’unico importo dovuto alla banca è il capitale prestato (art. 1815 Codice civile) Continua a leggere

Finocchiaro (Pres. Confedercontribuenti): Grave manovra senza taglio Irpef. Ma si profila questo.

Grave se nella manovra non sarà previsto il taglio dell’irpef, a dirlo è il Presidente Nazionale di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro. Questo tradirebbe l’attesa di migliaia di imprenditori e contribuenti che hanno creduto nelle promesse elettorali del Governo.  L’Ipotesi di rinviare al prossimo anno il taglio dell’Irpef. Nel 2019 il focus sarebbero quindi le imprese, per poi dare un segnale forte nel 2020 alle famiglie. I due interventi chiave del pacchetto fisco sarebbero la flat tax per i piccoli e la ‘super-Ires’, cioè l’imposta ridotta al 15% per gli utili reinvestiti in azienda. La manovra  potrebbe arrivare a valere circa 28-30 miliardi, dei quali 12,4 necessari per sminare le clausole sull’Iva e altri 16 miliardi  per l’attuazione delle misure chiave per i due partiti di maggioranza.

Finocchiaro (Pres. Confedercontribuenti): Subito Zona franca per Genova

Serve istituire a Genova  una zona franca urbana e di una zona logistica semplificata per il porto e il retro porto. Un contributo di sostegno per tutti i soggetti coinvolti dalle ordinanze di sgombero o che hanno subito danni materiali. Lo chiede il Presidente Nazionale di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro. Alle imprese danneggiate dal crollo del ponte Morandi, si riconosca un contributo finalizzato alla mitigazione dei pregiudizi sofferti, impregiudicati i diritti risarcitori nei confronti degli eventuali responsabili. Misure di facilitazione fiscale per le imprese genovesi e per la piena ripresa dei traffici portuali, nonché misure immediate per favorire la viabilità e i collegamenti in entrata e in uscita dalla città, implementando il trasporto pubblico locale. Si istituisca poi la figura del Commissario straordinario per consentire di procedere alla celere ricostruzione delle infrastrutture danneggiate, nonché per attuare ogni misura idonea a superare le conseguenze degli eventi dannosi. Per fare tutto cio’ si varino subito le norme attuative del decreto Genova e si eviti di perdere tempo. Solo cosi’ lo Stato potrà dimostrare di essere dalla parte delle imprese e dei cittadini.