Questa Europa non serve. Serve piu’ Italia. Carmelo Finocchiaro: (Pres.Confedercontribuenti), il Virus mette a nudo il fallimento dell’Europa.

Se erano necessarie conferme, il terribile evento del Coronavirus ce le ha date. Questa Europa non serve e dobbiamo riprenderci molta sovranità. L’Italia c’è. Basta abdicare alla burocrazia germanocentrica e alla politica nelle mani dei tecnocrati di Bruxelles. Il presidente di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro, da europeista convinto, dichiara con amarezza che questa europa è solo una sovrastruttura sovranazionale, capace di ingabbiare le specificità nazionali per garantire Germania e Francia. Non per fare del continente uno Stato Federale, dove le specificita’ nazionali non siano mortificate. Troppi stop e condizionamenti al nostro Paese e nessun atto concreto verso di noi, salvo dire che possiamo sforare il deficit, per poi, fra qualche mese, imporci una pesante politica di sacrifici. Mentre l’Europa della Lagarde, presidente della BCE,  ha tentato, con una folle dichiarazione,  esplicitamente di mortificare, i nostri sforzi e producendo un danno rilevante al nostro Paese.Dobbiamo ringraziare il nostro Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha bloccato i deliri della loby antiitaliana, espressa dalla presidente della BCE. Ecco perchè questa europa non ci interessa piu’. O cambia o si autodistruggerà. Comunque vada noi vogliamo piu’ Italia, in una Europa, che sempre di piu’ non ci appartiene.

.fb_iframe_widget span{width:460px !important;} .fb_iframe_widget iframe {margin: 0 !important;} .fb_edge_comment_widget { display: none !important; }

Fonte: Editoriali di Quotidiano dei Contribuenti
Leggi tutto sul quotidiano: Questa Europa non serve. Serve piu’ Italia. Carmelo Finocchiaro: (Pres.Confedercontribuenti), il Virus mette a nudo il fallimento dell’Europa.

Amare l’Italia contro gli attacchi che arrivano dall’Estero. Unita’ e orgoglio nazionale. Confedercontribuenti, l’Italia non si ferma

Non siamo il Paese degli appestati, il virus ha colpito il nostro Paese, come tutti i Paesi europei. Gli altri cercano di nascondere la verità, noi abbiamo allertato il sistema sanitario e piu’ a largo raggio, il sistema Paese per senso di responsabilità e precauzione nei confronti di noi stessi e dei cittadini del mondo che vengono per lavoro, arte e cultura, nel Paese piu’ bello del mondo. Si chiama Italia ed e’ il nostro. Il Governo reagisca duramente contro i blocchi che arrivano da tutto il mondo. L’Italia non si ferma.  La nostra tolleranza e il senso di responsabilita’ non puo’ consentire che nel mondo sia attuata una strategia contro il nostro Paese.  Vinceremo anche questa grave sistuazione, ma non dimenticheremo quanta ignoranza e stupidità esiste, in ogni parte del pianeta. Stupidità strumentalizzata in gran parte dai ceti governanti. Noi, asserisce il Presidente di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro, siamo un grande Paese, di gente che lavora, che ama il bello e che il bello ha dato al mondo. E lancia un appello ai cittadini del Mondo, non perdetevi in nome dell’ignoranza, la possibilità di visitare la terra e i gioielli naturali e monumentali, che la superiore arte italiana ha donato, in primis a noi italiani e poi a voi cittadini del mondo. L’Italia non si ferma e vi attende con il sorriso e la voglia di abbracciare il mondo.

.fb_iframe_widget span{width:460px !important;} .fb_iframe_widget iframe {margin: 0 !important;} .fb_edge_comment_widget { display: none !important; }

Fonte: Editoriali di Quotidiano dei Contribuenti
Leggi tutto sul quotidiano: Amare l’Italia contro gli attacchi che arrivano dall’Estero. Unita’ e orgoglio nazionale. Confedercontribuenti, l’Italia non si ferma

Addio PICCOLA gran Bretagna. L’Europa ti saluta. Ha vinto la peggiore Inghilterra e l’amarcord imperialista.

di Carmelo Finocchiaro

La Piccola gran Bretagna, questa notte sarà fuori dall’Europa. Ha vinto la peggiore Inghilterra, terra di ricordi imperialisti, ma ormai territorio fatto di tanta gente piccola e rancorosa.  Per loro non resta che celebrare  i fasti negli amarcord, sbiaditi e insignificanti. Ma qualcosa di straordinario accadrà dalla mezzanotte di oggi. Sono certo, dell’nizio di una inevitabile disgregazione del Regno di Sua Maesta. Scozia e Irlanda del Nord, raggiungeranno presto la libertà e diranno basta all’occupazione Inglese che ha mortificato la dignità e la libertà, di questi popoli con l’arma del predominio e seminando negli anni centinaia di morti. Nessuno potrà fermare l’aspirazione indipendentista di questi popoli. Popoli che devono sapere che noi Europei li aspettiamo, perchè loro vogliono essere europei e che  l’Europa e una terra fatta anche dalla sensibilità e dalla capacità dei suoi popoli, di credere in un continente inclusivo, terra di pace e di grande dignità. Addio Piccola gran Bretagna, addio ai giullari che ti dirigono. Sappiamo certamente, che il popolo inglese e gallese soccombente prima o poi si risveglierà. Noi ti salutiamo con la pena nel cuore.

.fb_iframe_widget span{width:460px !important;} .fb_iframe_widget iframe {margin: 0 !important;} .fb_edge_comment_widget { display: none !important; }

Fonte: Editoriali di Quotidiano dei Contribuenti
Leggi tutto sul quotidiano: Addio PICCOLA gran Bretagna. L’Europa ti saluta. Ha vinto la peggiore Inghilterra e l’amarcord imperialista.