Articoli

Confedercontribuenti: Oscurare subito pagina su Matteo Denaro su Facebook

Chiudere subito la pagina su Facebook dedicata a Matteo Messina denaro e perseguire gli autori. A chiederlo il presidente di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro.  “Matteo Messina Denaro, l’ultimo Padrino di Cosa Nostra”, si chiama il profilo seguito da 1185 persone. C’è chi lo ringrazia e chi si rivolge così: “Padrino siete un grande e io ho sparato i fuochi in vostro onore un abbraccio e buon anno 2016 e libertà assoluta e per sempre”. Oppure: “Auguri grande Zio”. Gli autori della pagina si rivolgono anche alle forze dell’ordine con messaggi non proprio felici: “Auguroni a tutto il corpo dello stato, con un messaggio: Tempo al Tempo. Cunnuiti”. Si va anche oltre: “Sentir cantare il suono del kalashnikov, mi ricorda i bei tempi passati della mia misteriosa gioventù. La stessa fine gliela auguro a tutto il corpo armato dello stato e a tutti i Magistrati. ‘Tempo al Tempo'”, si legge in un post.
La pagina  –  creata nel 2012 – ha suscitato indignazione. Il primo a chiedere l’intervento della magistratura è stata su Facebook l’imprenditrice antiracket Elena Ferraro. Interviene anche il primo cittadino di Castelvetrano, città natale del latitante, Felice Errante. “Sconcerto, indignazione e tristezza nel leggere quale livello di subcultura può ancora serpeggiare nella nostra città. Un manipolo di disadattati, non sono secondo me semplici idioti, non può costringere una comunità sana a dovere replicare a tali nefandezze. Faccio veramente fatica, prima da cittadino, poi da sindaco a comprendere come si possa inneggiare ad un criminale”, dice Errante.