Articoli

Finocchiaro (Pres. Confedercontribuenti): bene autorità anticorruzione su semplificazione appalti

Gare telematiche e verifiche dei requisiti più semplici sui vincitori già controllati nei precedenti appalti: sono i due suggerimenti che l’Autorità nazionale anticorruzione ha inviato al Governo al lavoro sul nuovo decreto Semplificazioni. Per l’Anac questi due accorgimenti basterebbero da soli a snellire di molto le procedure di assegnazioni degli appalti, rendendo le gare molto di più veloci di ora, senza bisogno di continuare a modificare il codice dei contratti, rischiando di disorientare ancora di più stazioni appaltanti e imprese. Tra le proposte anche quella di estendere fino al 31 dicembre la possibilità di ricorrere motivatamente alle procedure di urgenza ed emergenza già consentite dal Codice per uscire dalla crisi generata dal Covid. Questo per consentire appalti più rapidi soprattutto nei settori delle manutenzioni, ristrutturazione/costruzione di ospedali e scuole, interventi sulla rete viaria, approvvigionamenti nel settore sanitario, informatico e dei trasporti.