Scontri e bombe carta al sit-in ‘IoApro’ a Roma. Confedercontribuenti, i ristoratori restino alla larga dai “delinquenti” estremisti.

Scontri, fumogeni e bombe carta a Roma durante il sit-in non autorizzato dei manifestanti del movimento “IoApro” che ha chiamato a raccolta persone da tutta Italia.  In piazza San Silvestro un gruppo di manifestanti con le braccia alzate si è diretto verso il cordone delle forze dell’ordine. In testa, alcuni giovani di estrema destra che hanno lanciato fumogeni e alcune bombe carta sul lato di via del Tritone.

Contro di loro si sono levate le proteste di alcuni ristoratori: “non siete lavoratori, cosa volete?”, hanno gridato. Intanto gli agenti in tenuta antisommossa hanno posizionato i blindati per evitare che i manifestanti potessero arrivare a Montecitorio. Confedercontribuenti, per bocca del suo presidente, Carmelo Finocchiaro, invita i ristoratori a isolare chi volutamente vuole disturbare queste giuste manifestazioni. Fascisti ed estremisti di ogni colore vanno isolati, sono funzionali a questo sistema di potere e servono a indebolire la lotta di chi rivendica di potere lavorare. Draghi la smetta di fare lo “gnorri” e dia subito risposte serie e credibili, visto che la sua credibilità agli occhi degli italiani e durata solo qualche ora.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *