Nominato il nuovo Coordinamento nazionale di Confedercontribuenti imprese

Costituito il Coordinamento nazionale di Confedercontribuenti “Imprese”. Composto da sei componenti, si prefigge di dar voce alle istanze delle imprese, molte delle quali stanno riscontrando non poche difficoltà e che oggi rischiano di finire ulteriormente in ginocchio, perché già segnate da una crisi economica gravata da una tassazione fiscale deleteria, ma anche da questa drammatica emergenza sanitaria in atto.

La riunione svoltasi online -alla quale hanno partecipato anche il Presidente nazionale Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro, e il segretario nazionale Ettore Minniti– ha visto eleggere all’unanimità: il napoletano Salvatore Di Gennaro, industriale tessile settantenne, quale Coordinatore nazionale di Confedercontribuenti “Imprese”Consolato Cinque che ricopre il ruolo di “Garante del codice etico e dei rapporti con la Presidenza nazionale”. Seguono le tre Vice Coordinatrici nazionali di Confedercontribuenti “Imprese”: l’imprenditrice agricola Adele Scirotta, 48 anni, calabrese ma vive e lavora a Pisa, in Toscana; Doriana Barone, 48 anni, commerciante a Castellamare del Golfo e la catanese Giusy Belfiore, 55 anni, esperta guida turistica, già  responsabile di associazioni del settore a livello regionale e nazionale. Il padovano Gianfranco Muzio, 69 anni, di Saonara (PD), esperiente imprenditore nel settore elettrico, impiantistico e della sicurezza, è stato eletto Responsabile degli Imprenditori Pensionati di Confedercontribuenti “Imprese”.

Tutti hanno espresso la propria soddisfazione per la fiducia riposta in loro che adesso li vedranno “in prima linea a livello nazionale, a difesa e a tutela delle imprese che in Italia rappresentano il motore pulsante di un’economia da sostenere senza se e senza ma”. Per loro, “lo Stato deve fare di tutto per evitare di far scomparire quelle realtà produttive, grandi o piccole che siano, che dal dopoguerra ad oggi hanno fatto grande il nostro Paese”.

Salvatore Di Gennaro assicura che “il nuovo Coordinamento nazionale di Confedercontribuenti farà in modo che tutte le imprese… industriali, artigianali, agricole, turistiche… siano ben protette dallo Stato, perchè non è possibile che siano considerate solo slot machine da cui prendere soldi; per non parlare del fatto che esse hanno ricevuto solo promesse non mantenute, hanno dovuto affrontare enormi spese per provvedere a garantire le indicazioni di protezione sanitaria e si sono sobbarcate il mantenimento degli operai a cui è stata promessa la cassa integrazione ancora non ricevuta. In merito ai componenti del neo Coordinamento nazionale Imprese –aggiunge Di Gennaro-, sono felice di aver accanto a me un gruppo coeso e di persone valide, tutte accomunate dalla voglia di far rinascere l’economia nazionale. A nome di tutti ringrazio il presidente nazionale Carmelo Finocchiaro che ha la nostra stima: è un combattente e una persona libera che abbiamo ammirato sempre e che non solo interpreta i bisogni dei contribuenti, ma dà voce a cittadini e imprese che in tutta Italia si rivolgono a noi”.

Dal canto suo, il presidente Finocchiaro non nasconde il proprio entusiasmo: “Faremo grande la nostra organizzazione, da nord a sud: non a caso, i due vice presidenti nazionali sono veneti (Raffaella Zanellato e Alfredo Belluco) e da Latina il terzo vice presidente nazionale Alessandro Ciolfi è espressione della regione Lazio e, quindi, del centro Italia”.  Rom

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *