5 regole da seguire per comunicare sui social

5 regole da seguire per comunicare sui social

I social, questi sconosciuti piombati all’improvviso nella vita di tutti i giorni e sulle nostre attività! Saper comunicare offline e online, è fondamentale soprattutto se si gestisce un’attività dove si è costantemente a contatto con i clienti. Ormai, agli sgoccioli con l’era del web 4.0, la ricerca delle strutture ricettive non avviene più solo su

I social, questi sconosciuti piombati all’improvviso nella vita di tutti i giorni e sulle nostre attività!

Saper comunicare offline e online, è fondamentale soprattutto se si gestisce un’attività dove si è costantemente a contatto con i clienti.
Ormai, agli sgoccioli con l’era del web 4.0, la ricerca delle strutture ricettive non avviene più solo su piattaforme come booking: i social network sono diventati la vera e propria vetrina di successo per i clienti.

Avere una buona strategia di comunicazione, contenuti e foto accattivanti, saranno dunque l’ABC per catturare il vostro pubblico e conquistarlo del tutto, ma da dove iniziare?

Ecco qui per voi 5 regole da seguire per comunicare al meglio sui social network!

1. HASHTAG: quando e perchè?

Prima di tutto, è necessario dire che ogni social ha le sue regole, è giusto dunque seguire delle strategie simili ma diverse nello stesso tempo, in base ai social.
Mi spiego: gli hashtag, quelle parole precedute dai #, su facebook non servono a niente, mentre su twitter e instagram sì.

◾️ Su Facebook, l’uso degli hashtag può servire a voi magari per raggruppare e cercare più facilmente una serie di post, ad esempio il nostro “#RaccontacilEuropa”.
◾️ Twitter è la casa degli hashtag, ma non sempre è necessario avere un profilo su questo social, soprattutto per le strutture ricettive.
◾️ Instagram, ogni post deve avere un numero di hashtag non superiore ai 30 e ben selezionati! 10 “piccoli”, 10 “medi” e 10 “grandi”: per piccoli, medi e grandi si intende il numero di follower che vanno a coinvolgere quest’ultimi. Nonostante ciò e la corretta ricerca da fare prima di postare,  è consigliato comunque restare tra i 10 e 15 hashtag, per non esagerare e svegliare gli algoritmi “cattivi” di Instagram.

2. Quando postare?

La costanza premia, non mi stancherò mai di scriverlo!

Postare un giorno e poi dopo un mese non ha molto senso per voi e per la vostra attività. Sarebbe necessario postare quotidianamente, che sia una foto, un post organico (creato interamente da voi) o la condivisione di un evento d’interesse in città!

Ricordate che anche l’orario è importante, quelli con maggior afflusso sono: 09:30, 14:30, 16:00 e 18:30.

3. Come comunicare?

Condividere una foto e scrivere “Buongiorno da Roma” non vi porterà clienti, siamo sinceri.

La scrittura di un post e la “Call to action” sono fondamentali per rendere il messaggio più accattivante:

◾️ “Buongiorno da Roma”

◾️ “La Città Eterna si sveglia con i riflessi dorati del sole che illuminano le meraviglie dell’antica civiltà romana. Scopri anche tu le meraviglie di Roma, visita la città alloggiando nella nostra struttura a pochi passi dal centro! Maggiori info su www. ecc ecc ecc”

Quale vi ha catturato di più o destato maggiore interesse? Basta davvero poco per coinvolgere il cliente e spingerlo a cliccare su “Maggiori informazioni”.

Non dimenticare alla fine del post della “Call to Action”, delle parole che spingono e invitano chi legge a svolgere un’azione: “scopri di più su”, “maggiori info su” e non dimenticate il link!

4. Fotografare la realtà

Fotografate e promuovete la realtà!

Non pubblicate foto della struttura com’era 10 o 5 anni fa, più le foto sono recenti più i clienti non rimarranno delusi.
L’immagine e la comunicazione visiva sono prerogative importanti per la vostra attività e i social sono la vetrina da sfruttare al meglio!

Attenzione: i social non perdonano, se condividete contenuti di bassa qualità, avrete un successo scarso.

5. Pianifica, pianifica e pianifica

Dato che la comunicazione sui social deve essere costante, è bene pianificare da prima cosa pubblicare per non arrivare all’ora X con il panico.

Se avete una struttura ricettiva, ad esempio, potreste organizzare la settimana così:

◾️ Lunedì: Augurare buon inizio settimana, promuovere le eventuali promozioni della settimana o promuovere qualche evento di rilievo che si terrà in città;
◾️Martedì: Promuovere “Vacanze con Fido”, se la vostra struttura accetta animali;
◾️ Mercoledì: Tour promossi dalla vostra struttura;
◾️ Giovedì: Promozione camera/ suites/ familiare con foto e descrizione o condivisione recensioni positive;
◾️ Venerdì: Condivisione delle attività presenti nella vostra città: mostre, feste, concerti, ecc.

Se tutto ciò vi sembra difficile da gestire da soli, potrete affidarvi alle mani di un esperto, un Social Media Manager che con voi pianificherà e strutturerà la comunicazione al meglio e secondo le vostre esigenze.
Li trovi anche su EOS Consulenza, un team di esperti sarà a vostra completa disposizione!

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos