Articoli

SPORT. LE NUOVE LINEE GUIDA. di Ettore Minniti (Reponsabile Settore Sport di Confedercontribuenti)

SPORT. LE NUOVE LINEE GUIDA. di Ettore Minniti (Reponsabile Settore Sport di Confedercontribuenti)

SPORT. LE NUOVE LINEE GUIDA.

La Presidenza del Consigli dei Ministri Dipartimento per lo sport ha emanato un nuovo Protocollo attuativo delle “Linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere”.

Un documento scritto con la collaborazione del  CONI e del Comitato Italiano Paraolimpico  della Federazione Medico Sportiva Italiana, delle associazioni di categoria maggiormente rappresentative e con il contributo di un team di medici dello Spallanzani, del Bambino Gesù e del Gemelli.

Purtroppo la situazione dell’emergenza sanitaria è in fase evolutiva. I contagi sono in continuo aumento. E’ possibile che il Governi adotti misure più restrittive.

Nel frattempo il protocollo prevede delle misure obbligatorie che già molti centri sportivi avevano iniziato a utilizzare. I gestori di palestre, piscine e centri sportivi responsabilmente sono stati scrupolosi nel rispetto delle indicazioni finora ricevute, tant’è che non vi sono focolai riconducibili a questi luoghi.

Il testo include, inoltre, gli elementi più rilevanti tratti dai protocolli attuativi adottati dalle diverse federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate e enti di promozione sportiva, e introduce, ove necessario, ulteriori misure per rendere ancor più efficaci le regole già in vigore.

Vi è l’obbligo ad esempio l’obbligo dell’indicazione del numero massimo di persone che possono essere presenti in contemporanea, l’obbligo di prenotazione, la distanza di sicurezza anche quando non si pratica l’attività sportiva, procedure di igienizzazione in relazione al numero di persone ma anche indicazioni sulle corrette modalità e i tempi di aerazione dei locali.

Il nuovo protocollo è scaricabile al link

http://www.sport.governo.it/…/nuovo-protocollo…/

 

Fonte: Turismo Confedercontribuenti
Leggi tutto: SPORT. LE NUOVE LINEE GUIDA. di Ettore Minniti (Reponsabile Settore Sport di Confedercontribuenti)

Sport. Una scelta di buon senso. di Ettore Minniti (responsabile settore Sport di ConfederContribuenti)

Sport. Una scelta di buon senso. di Ettore Minniti (responsabile settore Sport di ConfederContribuenti)

Sport. Una scelta di buon senso.

Il mondo dello sport, a tutti i livelli, sta dimostrando grande responsabilità.

Le associazioni e società sportive, federazioni e enti di promozione hanno infatti dato prova di aver rispettato con rigore i protocolli emanati, spesso anche affrontando spese di adeguamento e messa in sicurezza degli spazi e delle strutture.

Per questo il Governo ha deciso di far proseguire partite e gare sportive dilettantistiche a livello regionale e nazionale, mentre per il livello provinciale, società e associazioni sportive ed enti di promozione proseguiranno gli allenamenti degli sport di squadra ma solo in forma individuale.

Importante per i giovanissimi delle scuole calcio che potranno così continuare ad allenarsi, ma senza giocare le partite.

Altre misure sono state annunciate dal Ministro allo Sport, Vincenzo Spatafora, per scongiurare altre chiusure.

Ho combattuto per arrivare a questa scelta” – ha dichiarato il Ministro – “ma dobbiamo essere tutti consapevoli del momento difficile per il Paese, che ci deve obbligare ad un rispetto rigoroso dei protocolli. Abbiamo chiesto già tanti sacrifici al mondo dello sport, tra i settori più colpiti dall’epidemia, e soprattutto abbiamo chiesto ai gestori investimenti cospicui per il rispetto doveroso di rigide misure”.

Scelte difficili, sicuramente, ma al momento resteranno aperte piscine, palestre e centri sportivi. Il senso di responsabilità ha prevalso nei gestori, nei lavoratori sportivi e  quanti frequentano le palestre per il proprio benessere psico-fisico perché hanno dimostrato che tutto si può fare in sicurezza.

Senso del dovere con cui si sono resi protagonisti giovani, ragazze e ragazzi, che sono stati messi a dura prova dalle regole imposte dall’emergenza sanitaria e che trovano proprio nelle ore che trascorrono facendo sport un momento importante di sfogo e relax, essenziale per il loro equilibrio, come ha sottolineato lo stesso Spatafora.

Un piccolo sacrificio e rinuncia è stato chiesto per gli sport di contatto amatoriali, come le partite di calcetto. Speriamo che il blocco possa durare poco, ma ce ne faremo una ragione.

L’invito agli amanti dello sport, professionisti, dilettanti o per puro piacere amatoriale ad essere responsabili e a rispettare le regole emanate di recedente dalle Autorità.

 

Fonte: Turismo Confedercontribuenti
Leggi tutto: Sport. Una scelta di buon senso. di Ettore Minniti (responsabile settore Sport di ConfederContribuenti)

TURISMO. Viaggi in moto: “ … il vento fuori, la passione dentro! “ di Ettore Minniti (Responsabile settore Turismo e Sport di ConfederContribuenti)

TURISMO. Viaggi in moto: “ … il vento fuori, la passione dentro! “ di Ettore Minniti (Responsabile settore Turismo e Sport di ConfederContribuenti)

 

… il vento fuori, la passione dentro!”

In questo motto è racchiuso il senso di ogni motociclista, o Biker per dirla all’americana, che vive la passione per la moto associata alla voglia di scoprire il territorio.

Già, perché per molti è diventato uno stile di vita fare le vacanze in moto da soli o spesso in gruppi più o meno numerosi, ma rigorosamente in sella alla propria moto, caricata a volte all’inverosimile con il bagaglio dell’equipaggio ed alcuni accessori utili per l’avventura da intraprendere.

Il Mototurismo si è ormai diffuso notevolmente anche in Italia da molti anni, e ciò che spinge a rinunciare ai molteplici confort forniti dalle comuni autovetture o camper si può racchiudere in alcune esperienze “sensoriali” derivanti dallo stare a diretto contatto con l’ambiente circostante che viene attraversato in sella alla propria moto permettendo alle nostre narici di potere cogliere i profumi delle fioriture di stagione ma anche della terra umida o inzuppata da un acquazzone non previsto o di potere sentire l’aria che scorre sul viso.

Sensazioni che descritte così possono non rendere perfettamente il concetto ma che vi invitiamo a volere provare in qualche occasione. Un viaggio in moto può anche avvicinare le persone, fare nascere nuove amicizie e migliorare il rapporto di coppia per l’intimità che si crea durante le tappe per la simbiosi fra conducente e passeggera rendendo più piacevole il tragitto che spesso viene pianificato scrupolosamente creando le tracce GPS con i vari way point che arricchiranno il percorso. Una vacanza in moto può avere qualunque mèta, è solo questione di avere il tempo a disposizione, spirito di adattamento e la voglia di affrontare il viaggio come un’avventura che ci riserverà sempre sorprese inaspettate. Molti di noi hanno attraversato l’Europa in lungo ed in largo senza tralasciare il continente nero con le sue infinite bellezze, una fra tutte il Sahara che dona emozioni ad ogni ora del giorno e della notte, si, è un invito a fare un viaggio per conoscere il deserto. E poi la cosa straordinaria è data dal vedere sempre più gente accostarsi al Mototurismo, anche in fasce di età che non ci si aspetta, desiderose di scambiare informazioni su percorsi, luoghi da visitare, cosa o dove mangiare.

Oggi il panorama dell’offerta motociclistica è molto ampio e ciascuno può scegliere o individuare la tipologia di moto da usare non solo per gli spostamenti cittadini ma anche per viaggi più o meno lunghi ed impegnativi, perché ognuno di noi ha delle preferenze e caratteristiche che fanno propendere per una moto estremamente comoda e confortevole rispetto ad una un po’ più minimalista ma versatile anche su terreni sconnessi che ci portano a scoprire spesso angoli selvaggi di natura che difficilmente potremmo apprezzare. Avrete visto sicuramente qualche volta un motociclista abbigliato di tutto punto con quello che ormai è il nostro guscio di protezione, costituito da un abbigliamento sempre più tecnico e sofisticato realizzato con materiali innovativi ed una serie di accorgimenti per migliorare il confort anche durante il viaggio con la possibilità di regolare il flusso d’aria all’interno dell’abbigliamento, e citiamo anche i gilet forniti di airbag.

Turismo on the road in moto: provare per credere.

Con la collaborazione di Fabio Naghel di BMW Motorrad Club Sikelia

Fonte: Turismo Confedercontribuenti
Leggi tutto: TURISMO. Viaggi in moto: “ … il vento fuori, la passione dentro! “ di Ettore Minniti (Responsabile settore Turismo e Sport di ConfederContribuenti)