,

Aste monitorate, nasce iniziativa Confedercontribuenti contro mafie e giudici corrotti

Nasce il monitoraggio delle “aste giudiziarie”. Lo fa la Confedercontribuenti attraverso uno dei suoi uomini di punta, oggi responsabile nazionale antiracket-antiusura, Alessandro Scuderi, ispettore superiore in quiescenza, uno degli investigatori di punta della Squadra mobile etnea e prima di quella, nella difficilissima Palermo, ispiratore del libro “Ad un passo da Provenzano” scritto da Giampiero Calapa’. I cittadini che ritengono di trovarsi in procedure “viziate” possono chiedere l’intervento della Confederazione, che acquisirà atti e verificherà i fatti per poi procedere ad inviare alla direzione nazionale antimafia e alle direzioni distrettuali antimafia la richiesta di intervento per accertare eventuali illegalità. Inoltre saranno inviati i nominativi dei partecipanti alle aste, affinche’ Agenzia delle Entrate, Gdf e autorità preposte all’antiriciclaggio, accertino le capacità reddituali dei partecipanti e se operano in proprio o come prestanomi. Inoltre si procederà ad individuare tutti i magistrati che operano in contraddizione con le normative di legge in vigore, consentendo aste al ribasso oltre la terza, dunque in regime di illegalità, oltre ai nominativi di custodi e curatori nominati senza rotazione dai tribunali. Una battaglia contro le mafie e le illegalità è questa l’iniziativa che vogliamo portare avanti, afferma il presidente nazionale di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro, perchè è finita l’era dei post su facebook ed è iniziata quella della lotta senza quartieri contro i poteri forti e illegali.  Una battaglia di civilta’ a supporto di migliaia di famiglie e imprese lasciate sul lastrico da uomini senza scrupoli.