RIMBORSI VENETO BANCA E BANCA APULIA, IL PARERE DI CONFEDERCONTRIBUENTI

A seguito del disastro finanziario che ha coinvolto imprenditori, artigiani, giovani e pensionati di tutt’Italia  vedendosi svalutare le azioni, l’istituto di credito ha inviato agli azionisti  proposte di  rimborsi, il commento di Alfredo Belluco, paladino e simbolo della lotta contro i soprusi bancari,  Presidente di Confedercontribuenti Veneto e vice presidente Nazionale

A seguito del disastro finanziario di Veneto Banca che in 8 regioni è presente come Banca Apulia,  che ha travolto imprese e famiglie italiane   che si sono viste   svalutare le azioni, ed in alcuni  casi le vittime che avevano investito il frutto del lavoro di una vita hanno deciso anche di farla finita,   l’istituto di credito ha inviato proposte di  rimborsi.

“Hanno inviato queste proposte che mirano a far rinunciare ad azioni giudiziarie e ottenere il 15% del valore investito. Al momento il tempo per rispondere è il 15 marzo prossimo salvo proroghe. Noi diciamo però di non accettare tale offerta e chiedere un rialzo” – dichiara Alfredo Belluco presidente di Confedercontribuenti Veneto e vice presidente nazionale.

Al 6 marzo pare abbia aderito il 34% dei soci ma il gruppo Veneto Banca deve incassare almeno l’80%  di adesioni.

 

 

 

CondividiShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *