Giustizia scandalo: Confedercontribuenti, scarcerati perchè il GIP ha accolto tutte le tesi del PM.

 Nove arrestati di un’inchiesta di camorra della Dda di Napoli stanno per essere scarcerati ed altri sette lo saranno nelle prossime ore perché “il Gip ha copiato pedissequamente la richiesta del pm, addirittura riproducendo la medesima suddivisione in paragrafi e utilizzando le stesse parole”, dunque l’ordinanza difetta del requisito della “autonoma valutazione” da parte del giudice, come previsto dalla legge 47/2005 che ha riformato l’istituto della custodia cautelare. Così la 12esima sezione del Riesame di Napoli, presidente Teresa Arienello, ha annullato gli arresti del commissariato di Marcianise (Caserta), coinvolti in un giro di droga, sesso e protezioni al clan Belforte, e accusati  anche di aver scortato abusivamente il cantante Gigi D’Alessio (estraneo alle indagini). Questa sentenza del riesame è una vergogna su cui noi cittadini dobbiamo reagire, ha dichiarato il presidente di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro, “in Italia ogni cosa diventa utile per lasciare fuori i delinquenti e questo fa venire meno la fiducia nella magistratura”

CondividiShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *