CONFEDERCONTRIBUENTI, IL MINISTRO DELRIO A NOLA DA PUNZO E IASI, FA FINTA DI NON CONOSCERE I PROBLEMI DEL CIS?

Da maggio la Confedercontribuenti si sta occupando della faccenda CIS di Nola chiedendo chiarezza sulla procedura che ha portato al fallimento di 30 imprese e  l’indebitamento di tutto il CIS SpA. Ha presentato esposti  e opposizione all’omologa che hanno portato all’apertura di un’inchiesta presso la procura di Napoli. In occasione della visita del Ministro Del Rio in previsione oggi presso CIS-Interporto di Nola è stato richiesto incontro urgente in qualità di rappresentante del Governo.

Roma, 14 novembre 2016 – Questa mattina è partita d’urgenza dalla sede Confedercontribuenti di Roma una richiesta al Ministero di incontro con  una delegazione di Confedercontribuenti e il Ministro DelRio  al fine di renderlo partecipe sulle reali condizioni del CIS di Nola. Dalla segreteria del ministero, essendo i tempi limitati non hanno garantito possibilità di incontro.

Il Ministro Delrio conosce la situazione del CIS spa e dell’accordo di ristrutturazione che mette in discussione il legittimo patrimonio di 300 imprenditori?

Possibile che il Ministero non sia a conoscenza di un fascicolo di inchiesta della procura di Napoli sulla vicenda CIS ?

Intanto il ministro che  ha “visitato” Interporto  ha dichiarato che se fossimo come i tedeschi saremmo avanti.

 “Oltre ad  analizzare gli aspetti relativi all’integrazione tra l’Interporto di Nola ed i porti di Napoli e Salerno  e fare commenti sulla logistica vorremmo che il Ministro prenda coscienza e conoscenza delle persone che incontra  nonché   della vera situazione del CIS-Interporto  che ora, grazie al nostro intervento ha portato alla apertura di un fascicolo presso la Procura di Napoli. Venire in  visita ed incontrare il presunto artefice della deriva del CIS ignorando l’apertura di un procedimento in corso è un  grave atto. Diverso sarebbe stato se avesse riservato del tempo, in qualità di rappresentante del governo,  anche al CIS SpA. Comprendiamo i tempi brevi ma sono certo che,  visti i mezzi tecnologici a disposizione, si sarebbe trovato comunque il modo di poter dedicare anche qualche minuto al CIS SpA.  Naturalmente non ci fermiamo qui e continueremo a chiedere lumi sulle responsabilità  con il fine di portare onore alla sana imprenditoria” – interviene il Presidente nazionale Carmelo Finocchiaro di Confedercontribuenti.

CondividiShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *