Cambio Lire-Euro: Denuncia a Banca d’Italia per appropriazione indebita

Roma, 22 dicembre 2015 – “Denunceremo i vertici di Banca d’Italia per appropriazione indebita se non consentiranno entro qualche giorno ai possessori delle vecchie lire di poterle cambiare in Euro“. Il presidente di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro, annuncia la clamorosa iniziativa dopo che la Corte Costituzionale, ha reso illegittima la norma del governo Monti che anticipava di tre mesi la possibilità di non poter più cambiare le vecchie lire, nel dicembre del 2011. La sentenza della Corte costituzionale ha fatto giustizia e ora davvero diventa insostenibile che Banca d’Italia non dia corso, dopo due mesi, a cio’ che la Suprema Corte ha stabilito.

CondividiShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *